Un viaggio che non promettiamo breve. Venticinque anni di lotte No Tav

In Italia molti comitati e gruppi di cittadini resistono a grandi opere dannose, inutili, imposte dall’alto. Tra questi, il movimento più grande, radicale e radicato è senz’altro quello No Tav in Val di Susa, all’estremo occidente del Paese, fra Torino e il confine con la Francia. Un movimento che da venticinque anni sperimenta forme nuove – e al tempo stesso antiche – di partecipazione, autogestione, condivisione. Perché proprio in Val di Susa? Per più di tre anni Wu Ming 1 ha cercato la risposta a questa domanda. Si è immerso nella realtà del movimento No Tav, partecipando a momenti-chiave della lotta, intervistando decine di attivisti, incrociando storia orale e fonti d’archivio, contemplando la valle dall’alto dei suoi monti. “Un viaggio che non promettiamo breve” è il risultato di quel lavoro. La voce del narratore ci fa passare dal romanzo di non-fiction alla chanson des gestes, dall’inchiesta serrata alla saga popolare di ispirazione latinoamericana, con omaggi a Gabriel García Márquez e al “Ciclo andino” di Manuel Scorza. Dopo “Point Lenana”, una nuova opera-mondo sulle montagne, il territorio e il conflitto.

 

Dettagli

Titolo: Un viaggio che non promettiamo breve. Venticinque anni di lotte No Tav

Autore: Wu Ming 1

Editore: Einaudi

Anno: 2016

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806225643