Archivio Storico

Di certo l’Archivio storico comunale è uno dei più importanti della Provincia di Bari sia per quanto riguarda la consistenza e l’antichità della documentazione conservata, ma anche per l’ottimo stato di ordinamento in cui versa sin dagli anni ’60 del secolo scorso.

La creazione dell’archivio e il suo ordinamento risalgono al 1825, ma l’istituzione viene ufficializzata solo dalla delibera decurionale del 5 febbraio 1843, proposta dal decurione Vito Antonio Mazzolla. Lo scopo è di conservare “con quella religiosità che si richiede” registri, libri e carte. Si dové aspettare, tuttavia, la fine del secolo perché vedesse la luce un rapido catalogo, che segnalasse consistenza, cronologia e collocazione delle carte. La collocazione dell’Archivio in alcune sale di Palazzo Rendella dovrebbe essere avvenuta nel 1956, anno in cui il Comune deliberò la sua destinazione a sede della Biblioteca comunale.

Tra i volumi conservati si annoverano:

  • Provisiones de diversis rebus dictantes ad favorem magnifice universitatis civitatis Monopolis
  • Catasto del 1627
  • Libro dei privilegi
  • Miscellanea Petraroli
  • Santacroce