La Biblioteca civica Prospero Rendella

“… La biblioteca pubblica, via di accesso locale alla conoscenza, costituisce una condizione essenziale per l’apprendimento permanente, l’indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell’individuo e dei gruppi sociali.

Questo Manifesto dichiara la fede dell’Unesco nella biblioteca pubblica come forza vitale per l’istruzione, la cultura e l’informazione e come agente indispensabile per promuovere la pace e il benessere spirituale delle menti di uomini e donne.

Perciò, I’Unesco incoraggia i governi nazionali e locali a sostenere le biblioteche pubbliche e a impegnarsi attivamente nel loro sviluppo (Manifesto UNESCO, 1994)  

La Biblioteca civica Prospero Rendella di Monopoli è l’espressione piena del Manifesto UNESCO delle Biblioteche, condiviso appieno dalla Città ed esplicato con spirito moderno e partecipato quanti altri mai.

Nel restituire alla cittadinanza la Biblioteca civica Prospero Rendella di Monopoli dopo 11 anni di chiusura, dopo massicci interventi di restauro, il ruolo espresso dal Manifesto, essa si definisce come una nuova “piazza del sapere”, luogo multimediale e multiculturale, intenta e attenta ad appagare le esigenze di un pubblico in costante evoluzione, così come in rapida e continua evoluzione sono le tecnologie e le relazioni sociali.

Tecnologia. Un capitolo importante Non tutti hanno l’opportunità di fruirne: la Biblioteca civica Prospero Rendella di Monopoli sarà il luogo dove, oltre a trovare libri, si possano offrire un accesso tecnologico e multimediale alle fonti del sapere gratuitamente a tutti; nell’intento di scongiurare le diverse forme di esclusione e di emarginazione fisiche, tecnologiche, sociali e culturali.

Situata in un edificio che si è trasformato nei secoli da caserma, a teatro della città e mercato ittico, poi (1958) Archivio Storico e Biblioteca Comunale intitolata al facondo giurista monopolitano Prospero Rendella (1553-1630), la Biblioteca civica Prospero Rendella di Monopoli è pensata come luogo nuovo, lontano dall’immaginario collettivo di biblioteca, del quale i cittadini siano fieri e che possa imporsi nel panorama della Provincia di Bari e della Regione tutta. La missione che non è quella della “semplice” biblioteca, si può riassumere così:

luogo di aggregazione e socializzazione, accogliente e flessibile;

luogo di promozione e avvicinamento alla cultura, all’informazione e a tutti gli strumenti di comunicazione, dove i cittadini si possano identificare e riconoscere;

luogo polifunzionale, convergente e inclusivo, capace di attivare nuove energie nella comunità, un vero e proprio centro culturale attivo della città.

Leggere, ascoltare, vedere, suonare, conoscere, partecipare, stare insieme, quanto più possibile, quanti più possibile; al passo con i tempi e godendosi il tempo buono. Non è poco.

Le porte della Biblioteca civica Prospero Rendella di Monopoli, affacciate su Piazza Garibaldi, saranno aperte al pubblico il più possibile, anche il sabato e le domenica.